Il cuore della casa connessa è ovviamente la rete elettrica. Infatti, sebbene la rete informatica (Wifi o Ethernet) sia molto importante, la casa intelligente può funzionare davvero solo se dispone di una rete elettrica efficiente e correttamente strutturata. Si tratta del quadro elettrico dell’abitazione.

Il quadro elettrico è il punto centrale della rete elettrica dell’abitazione. Ha diversi ruoli:

  • da un lato, collega i vari circuiti elettrici della casa alla rete generale: illuminazione, prese, sistemi automatici, scaldabagni, ecc.
  • dall’altro, protegge la rete elettrica e tutti gli apparecchi collegati da cortocircuiti, fulmini, ecc.

Oggi esiste un’ampia gamma di attrezzature progettate per i quadri elettrici, come si può vedere ad esempio su Toolstation.co.uk . Su questo negozio, che offre più di 11.000 prodotti di marche professionali, sia online che attraverso la sua rete di una trentina di negozi, è possibile avere una panoramica dell’ampia scelta di periferiche per quadri elettrici: numerosi interruttori per tutti gli usi, naturalmente, ma anche interruttori remoti, contattori giorno/notte, parafulmini, contatori di energia, orologi, ecc.

Se il quadro elettrico è il cuore dell’impianto, è normale che anche gli elementi domotici siano raggruppati lì, anziché essere sparsi in ogni angolo della casa. Infatti, per quanto possibile, è preferibile centralizzare i vari comandi domotici nel quadro elettrico, piuttosto che avere micro moduli dietro ogni interruttore della casa, ad esempio. Avevamo già scoperto l’IPX800, progettato per essere integrato in un quadro elettrico esistente e che può essere utilizzato per controllare molte cose in casa. Ma i produttori stanno iniziando a proporre quadri elettrici connessi. Questo è particolarmente vero per i due produttori storici, Legrand e Schneider Electric.

Drivia con Netatmo

Drivia con Netatmo è il quadro elettrico connesso di Legrand, che abbiamo potuto scoprire al CES 2020 di Las Vegas. Realizzata in collaborazione con Netatmo, acquisita nel 2018 da Legrand, Drivia è una soluzione che completa l’ecosistema Legrand, essendo compatibile con la soluzione Celiane with Netatmo. Quest’ultima soluzione, attraverso interruttori collegati, permetteva già di controllare l’illuminazione, le tapparelle e le prese di casa.

.medrectangle-3-multi-171{border:none !important;display:block !important;float:none;line-height:0px;margin-bottom:15px !important;margin-left:0px !important;margin-right:0px !important;margin-top:15px !important;max-width:100% !important;min-height:250px;min-width:250px;padding:0;text-align:center !important;}

Ma Drivia fa un ulteriore passo avanti, sostituendo i classici moduli del quadro elettrico con moduli intelligenti. Vengono quindi proposti 6 diversi moduli:

  • un contattore: controlla gli apparecchi elettrici più avidi di energia
  • un interruttore a distanza: controlla i circuiti di illuminazione
  • un contatore di energia (noto anche come eco-contatore): consente un monitoraggio dettagliato del consumo energetico dell’abitazione
  • un regolatore di carico: spegne in modo intelligente e proattivo alcuni apparecchi elettrici, per evitare che il superamento del contratto di elettricità possa portare a un’interruzione dell’alimentazione (piastre elettriche, scaldabagni, prese per veicoli elettrici, ecc.)
  • un modulo di controllo per collegare il sistema a Internet

Questi moduli, nel tradizionale formato su guida DIN, possono facilmente sostituire quelli esistenti, ad esempio in occasione di una ristrutturazione, per garantire un migliore controllo del consumo energetico.

en drivia con il controllo domestico netatmo legrand

Il pannello Resi9 XE di Schneider Electric

Con la gamma Resi9, Schneider Electric offre una soluzione completa per rendere comunicativi i quadri elettrici. I moduli sono collocati a monte degli interruttori per monitorare con precisione il consumo di un apparecchio o di un gruppo di apparecchi. Questi moduli comunicano poi con un gateway, che consente all’utente di monitorare il consumo energetico in un’applicazione mobile, ma anche la produzione e, soprattutto, di essere avvisato del minimo problema (perdita di alimentazione del congelatore, ad esempio).

È disponibile anche una serie di contattori per il controllo degli elettrodomestici, compatibili con il sistema Wiser eco del produttore.

Oghji, il quadro elettrico digitale e connesso

Se i produttori storici si “accontentano” di portare nuovi moduli connessi per rendere intelligente il quadro elettrico tradizionale, altri produttori hanno deciso di rivedere completamente il concetto di quadro elettrico. È il caso, ad esempio, di Oghji. Dietro questo nome, degno di un mobile Ikea, si nasconde in realtà una creazione Italianomolto interessante, come potete vedere in questo video:

Oltre a garantire la sicurezza di un quadro elettrico tradizionale, Oghji permette di avere il controllo completo di tutto l’impianto elettrico, sia per quanto riguarda i consumi dei vari apparecchi, sia per quanto riguarda il loro controllo, in locale o a distanza: aprire le tapparelle, spegnere le luci, spegnere il forno rimasto acceso, ecc. Gli avvisi in caso di guasto elettrico, le funzioni tariffarie giorno/notte, assenza/presenza, il distacco automatico del carico, l’analisi dettagliata dei consumi, ecc. sono tutte funzioni intelligenti che rivoluzionano il quadro elettrico. Il tutto in un pannello molto attraente, che non deve più essere nascosto in un armadio!

oghji

In breve, il quadro elettrico connesso è senza dubbio un elemento essenziale della casa connessa e molti produttori stanno lavorando per migliorarlo, al fine di aumentare la sicurezza, ma anche il comfort e il risparmio energetico.

Physical Address

304 North Cardinal St.
Dorchester Center, MA 02124