Il gennaio 2022 ha segnato la fine di un periodo di transizione: nuove regole di ecodesign sono entrate in vigore per quanto riguarda i livelli di emissione e l’efficienza delle stufe a legna, attraverso l’etichetta EcoDesign2022. Sei consapevole di questi cambiamenti? Scopriamolo!

Una stufa a legna è un ottimo modo per riscaldare una stanza, e certamente la rende più calda. Ma gli studi dimostrano che il legno bruciato in stufe e caminetti può essere estremamente pericoloso per la salute umana. Da gennaio 2022, sono quindi entrate in vigore nuove regole di ecodesign. Solo le nuove stufe a legna EcoDesign2022, che sono state testate indipendentemente per soddisfare i nuovi requisiti, possono ora essere legalmente vendute e installate.

EcoDesign2022: quali sono i requisiti?

Le stufe EcoDesign2022 devono soddisfare criteri rigorosi per le emissioni e l’efficienza:

  • I limiti di emissione riguardano il particolato (PM), i composti organici gassosi (GOC), il monossido di carbonio (CO) e gli ossidi di azoto (NOx).
  • La combustione (il processo di combustione del legno o del carbone) produce piccole particelle (PM).
  • Gli apparecchi a combustibile solido disponibili in commercio devono soddisfare i limiti minimi di efficienza del 65%, quando funzionano alla potenza termica nominale dell’apparecchio

Le stufe conformi a EcoDesign2022 devono infatti avere un’efficienza stagionale minima del 65%. Si tratta di un calcolo che tiene conto del fabbisogno energetico durante tutto l’anno, che può variare con le variazioni di temperatura.

C’è anche l’ecolabel, che va da A++ a G. Questa è la quantità di energia usata per produrre calore; una maggiore efficienza significa che la stufa può produrre la stessa quantità di calore usando meno combustibile. È un modo semplice e visivo di visualizzare l’efficienza dell’apparecchio, come per qualsiasi altro apparecchio.

foto fabrica estufas panadero 2Un’etichetta su tutte le stufe rende più facile orientarsi

L’efficienza della stufa a legna gioca un ruolo importante nella quantità di legna necessaria. Per produrre la stessa potenza, una stufa Ecodesign Ready richiederà molti meno ceppi di una stufa più vecchia.

Cosa significa questo per i consumatori?

Tutto questo va bene, ma cosa significano questi nuovi requisiti per i consumatori? Sono interessati quattro aspetti:

  • Minor consumo
  • Più risparmio
  • Rispetto per l’ambiente
  • Protezione della qualità dell’aria

Si prega di notare che questa nuova legislazione si applica solo ai riscaldatori di spazio che sono messi sul mercato dopo il 2022. Se avete una stufa più vecchia, potete continuare ad usarla.

Tuttavia, se ha più di dieci anni, si dovrebbe considerare la sostituzione con un modello più efficiente. I modelli più efficienti consumano meno carburante per la stessa produzione di energia, riducendo così i costi del carburante e abbassando le emissioni.

Se le stufe a legna e a pellet erano già tra i modi più puliti ed economici per riscaldarsi, i nuovi standard le renderanno ancora più efficienti. Se, di fronte all’aumento del prezzo dell’elettricità e dell’olio combustibile, state pensando di cambiare il vostro sistema di riscaldamento, questa è un’opzione da considerare seriamente! Per quanto mi riguarda, ho una stufa a legna da più di 10 anni ormai, e non tornerei indietro per nulla al mondo: costi di riscaldamento imbattibili, calore confortevole, e se è meno dannoso per il pianeta, è perfetto 🙂

E nell’ambito della ricerca della casa autonoma, è senza dubbio una delle soluzioni da privilegiare. Tanto più che alcuni modelli offrono anche degli scaldavivande o addirittura dei forni direttamente integrati nei fornelli! Questo è senza dubbio il tipo di modello verso il quale mi orienterò per ottimizzare ulteriormente il mio riscaldamento e la mia resilienza.

gourmet catalogo web 1

Ottimizzate il vostro riscaldamento seguendo le raccomandazioni

Nonostante questi nuovi regolamenti, alcuni scienziati rimangono estremamente preoccupati per l’impatto del particolato sulla qualità dell’aria.

Ci sono tre cose chiave da tenere a mente se si acquista una stufa a legna nel 2022:

  • Apparecchi efficienti: come già detto, se state per comprare una nuova stufa a legna o multicombustibile, cercate l’etichetta ecologica e scegliete un apparecchio con un’efficienza energetica dell’80% o più.
  • Bruciare solo combustibili approvati: il combustibile che si brucia ha un impatto significativo sulle emissioni. Per esempio, bruciare tronchi bagnati produce molte più particelle che bruciare tronchi asciutti. Per ridurre le emissioni potenzialmente nocive della tua stufa, brucia solo legna con un contenuto di umidità del 20% o meno. Bruciare legna secca è più efficiente che bruciare legna bagnata, perché l’energia non viene sprecata bruciando l’acqua. L’efficienza termica sarà quindi più alta.
  • Manutenzione regolare della stufa e del camino: è essenziale far spazzare il camino regolarmente (almeno una volta all’anno) per evitare che si sovraccarichi di depositi di fuliggine. Qualsiasi blocco potrebbe diventare un pericolo di incendio e impedire al fumo di uscire correttamente dalla vostra casa.
  • Controllate anche che la vostra stufa non abbia crepe, deformazioni o altri problemi e fatela controllare da un installatore di stufe o da uno spazzacamino. Qualsiasi anomalia potrebbe significare che degli inquinanti nocivi stanno entrando nella vostra casa.

    Se seguite queste poche linee guida, sarete in grado di godere appieno della vostra stufa a legna, risparmiando energia, fornendo comfort ed essendo gentili con il pianeta 🙂

    Physical Address

    304 North Cardinal St.
    Dorchester Center, MA 02124