Per rendere la vostra casa connessa, esistono oggi molte soluzioni, a prezzi molto diversi. La comparsa di ZigBee negli ultimi mesi ha portato a una proliferazione di dispositivi di automazione domestica a basso costo, soprattutto nei negozi asiatici. Tuttavia, bisogna fare attenzione alla qualità di alcuni dispositivi e verificare le omologazioni di alcuni prodotti, altrimenti si corre il rischio di rischi elettrici o addirittura di incendi. Quando uno specialista in apparecchiature elettriche come Legrand propone la sua soluzione di automazione domestica, vale la pena di dare un’occhiata più da vicino.

Legrand: un protagonista storico della domotica

L’interesse di Legrand per la casa connessa non è nuovo. Ricordate che nel 2010 vi ho già presentato la soluzione domotica Legrand, basata su un bus (principio KNX): La mia casa. La soluzione My Home ha colpito per la sua efficienza e versatilità, in quanto questo sistema è stato in grado di gestire tutto, dall’automazione all’illuminazione, passando per la multimedialità. L’unico inconveniente era che, come tutti i sistemi basati su autobus, My Home era riservato ai nuovi edifici o alle grandi ristrutturazioni.

Ma ne è passata di acqua sotto i ponti e le soluzioni di Legrand si sono evolute, in particolare grazie all’acquisizione della società Netatmo nel 2018. Questa startup, creata nel 2011 da Fred Potter, è specializzata in oggetti connessi e si è rapidamente affermata con la sua stazione meteorologica connessa, il suo termostato connesso e le sue telecamere in grado di distinguere tra esseri umani, animali e veicoli e persino di riconoscere i volti (grazie alla telecamera Welcome indoor). Il tutto rispettando scrupolosamente la privacy, in particolare attraverso l’archiviazione locale delle informazioni. Lavorando già a stretto contatto con Legrand, questa acquisizione non è stata una vera sorpresa. Ma l’integrazione della ricerca e sviluppo di questa startup ha permesso a Legrand di offrire prodotti che trasformano qualsiasi casa in una casa connessa.

Legrand con Netatmo: un ecosistema molto completo

È stato al CES 2017 che abbiamo scoperto Celiane con Netatmo: la prima soluzione domotica del produttore Italianoche integra la tecnologia dell’azienda acquisita. Una soluzione ingegnosa, perché basta sostituire qualsiasi presa elettrica con questo blocco, integrando una presa elettrica, ma soprattutto il cuore del sistema domotico (il “diamante nero”):

legrand ces2017 1

Comunicando in ZigBee 3.0, questo Hub diventa il cuore della casa connessa, potendo comunicare con tutti gli altri dispositivi della gamma Celiane with Netatmo: interruttori, tapparelle, prese, HVAC, ecc. .box-4-multi-173{border:none !important;display:block!important;float:none;line-height:0px;margin-bottom:15px !important;margin-left:0px !important;margin-right:0px !important;margin-top:15px !important;max-width:100% !important;min-height:250px;min-width:250px;padding:0;text-align:center !important;}

Il grande vantaggio è che non ci sono cavi da far passare per tutta la casa, quindi il sistema può essere installato in qualsiasi abitazione con estrema facilità, in pochi minuti! Un altro vantaggio significativo è la possibilità di sfruttare l’estetica delle apparecchiature Legrand. Inoltre, sebbene la soluzione sia stata lanciata inizialmente con il design Celiane, è stata presto declinata in Mosaic o Dooxie, ad esempio.

Chi ha provato i dispositivi Legrand ne conosce la qualità e la facilità di installazione (come molti, quando ho iniziato ho usato dispositivi “di primo prezzo” e mi sono subito reso conto che i modelli Legrand erano molto più pratici da installare…). La soluzione … con Netatmo ha tutto ciò che fa la forza dei dispositivi del produttore. Aggiungendo la connettività. Questo è un aspetto su cui tornerò in un test completo, dato che la soluzione Celiane With Netatmo è installata a casa mia da qualche mese.

Ma la cosa importante da ricordare è che l’installazione è come quella di qualsiasi altro quadro classico: nessun cavo aggiuntivo, anche gli interruttori possono funzionare con due soli fili, mentre molti interruttori collegati richiedono il filo di neutro, assente nei nostri interruttori in Italia. Che siate appassionati di fai-da-te o elettricisti, non avete bisogno di alcuna formazione speciale per installare gli interruttori e le prese, possono essere installati come qualsiasi altro modello standard.

Se inizialmente la soluzione era limitata a interruttori e prese, l’ecosistema è stato presto completato con molti altri prodotti. Naturalmente è stata realizzata l’integrazione dei prodotti originali, noti da molti anni, con la stazione meteo, il termostato o le telecamere intelligenti, che oggi costituiscono un sistema di sicurezza completo grazie all’aggiunta di rilevatori di apertura e incendio e di una sirena.

Una soluzione particolarmente interessante è CX3 con Netatmo, che offre moduli in formato rail din per controllare tutta la casa e monitorare i consumi elettrici. Questo quadro elettrico collegato offre 6 moduli: contattore per controllare gli apparecchi elettrici ad alto consumo di energia, interruttore remoto, contatore di energia, shedder di carico e gateway internet.

Compatibile con Celiane con Netatmo, diventa possibile completare il sistema per controllare davvero tutta la casa.

ndr 1

Un sistema domotico in evoluzione

.large-leaderboard-2-multi-157{border:none !important;display:block !important;float:none;line-height:0px;margin-bottom:15px !important;margin-left:0px !important;margin-right:0px !important;margin-top:15px !important;max-width:100% !important;min-height:250px;min-width:250px;padding:0;text-align:center !important;}

La soluzione Legrand utilizza il protocollo ZigBee, che è un protocollo di automazione domestica aperto e ampiamente utilizzato (Philips Hue è stato uno dei primi ad adottarlo, Ikea, Xiaomi, ecc.) Questa è già di per sé un’ottima notizia. Ma l’apertura del sistema non si ferma qui.

La soluzione è ovviamente compatibile con diversi assistenti vocali, come Google Assistant, Amazon Alexa, ma anche Siri, tramite Apple Homekit.

Netatmo, che ora è un marchio Legrand a tutti gli effetti, ha anche prodotto numerose soluzioni connesse per vari marchi, come Bubendorf, Velux o Muller, ad esempio, che consentono di controllare finestre per tetti, persiane o persino radiatori, tutti integrabili con la casa connessa Legrand. Anche le tapparelle Somfy, una soluzione concorrente, sono compatibili con la soluzione Legrand.

Che si tratti di prodotti Legrand o di prodotti partner della soluzione, è possibile avere una casa completamente connessa, in modo relativamente semplice e, soprattutto, sicuro. Se alcuni produttori storici sono talvolta considerati dei dinosauri che non hanno saputo evolversi, Legrand ha saputo rinnovarsi e proporre una soluzione domotica degna di interesse. Tornerò presto su questo argomento in modo più dettagliato, in particolare attraverso un test completo di Celiane con Netatmo. Se siete già attrezzati, non esitate a condividere le vostre osservazioni nei commenti!

Physical Address

304 North Cardinal St.
Dorchester Center, MA 02124