I videocitofoni sono molto popolari tra gli utenti e molti produttori offrono i loro modelli. Un videocitofono connesso permette di vedere chi suona il campanello e di aprire senza dover uscire di casa, sia che siate in casa o meno. Ma un videocitofono connesso può anche essere parte del sistema di sicurezza, proprio come un sistema di videosorveglianza, tenendo d’occhio tutto ciò che accade davanti alla vostra casa. Ma per evitare delusioni, un videocitofono connesso deve soddisfare diversi altri criteri. Li abbiamo studiati per stilare una classifica 2021 dei sistemi videocitofonici connessi.

Installazione del videocitofono collegato

L’installazione è uno dei punti importanti da tenere in considerazione per poterla utilizzare in buone condizioni. Questa installazione si baserà su due elementi in particolare: l’alimentazione e la connessione alla rete di computer.

Per cominciare, è necessario un alimentatore. Di solito i cavi vengono fatti passare tra il quadro elettrico dell’abitazione e il confine di proprietà. Questi cavi potrebbero essere stati posati per alimentare un campanello o un apri cancello. In entrambi i casi sarà possibile utilizzarli per alimentare il videocitofono.

La connessione alla rete informatica è più problematica. Nel caso di una videocitofonia connessa, tuttavia, è di primaria importanza. Idealmente, per un nuovo edificio, il cavo Ethernet dovrebbe essere installato al confine di proprietà. Ma sia che si tratti di un edificio nuovo o vecchio, bisogna ammettere che questo cavo è raramente presente in strada. Per questo motivo molti produttori offrono modelli in grado di connettersi al Wifi, il che semplifica notevolmente la connessione del portiere.

Tuttavia, il Wi-Fi è soggetto a un limite di portata. Questa connessione deve in genere attraversare diverse pareti (la cassetta internet in casa e il portiere fuori sulla strada) e avere una certa portata, a seconda della distanza del portiere dalla strada. Quando il confine di proprietà si trova a una dozzina di metri dalla casa, la connessione Wifi svolge egregiamente il suo compito. Ma al di là di questo, il collegamento diventa difficile, se non addirittura impossibile. Si può optare per un relè Wifi, come ad esempio Orbi Outdoor. Ma questo non è sempre sufficiente. Ad esempio, qui in Colonia, molte proprietà hanno diverse centinaia di metri tra la casa e la strada. Questo rende impossibile l’utilizzo di una connessione Wi-Fi. Soluzione: optate per una connessione GSM 3G o 4G. Sul mercato esistono pochi modelli, ma alcuni produttori come Fenotek o Konx offrono una doppia connessione Wifi/Gsm per soddisfare tutte le esigenze.

Le funzioni del videocitofono collegato

Dopo l’installazione più o meno semplice del citofono, vengono le funzioni.

Innanzitutto, un videocitofono deve offrire una buona qualità video, grazie a un obiettivo efficiente, supportato da led IR per la visione notturna. Il visitatore deve poter essere identificato in ogni condizione.

Il portiere deve inoltre disporre di un sistema audio bidirezionale, ossia di un microfono e di un altoparlante, per poter conversare con il visitatore. Anche in questo caso la qualità deve essere corretta per poter parlare in buone condizioni.

visita poriter

Quando si tratta di una videocitofonia connessa, avvisare un visitatore e comunicare con lui deve essere possibile da qualsiasi luogo, sia che ci si trovi in casa o meno. Questo può essere fatto, ad esempio, da uno smartphone, da un tablet o da un computer.

Un vero videocitofono deve essere in grado di controllare una porta elettrica o un cancello per aprirlo a un visitatore, anche a distanza. È importante distinguere tra un campanello video e un videocitofono. Negli ultimi anni molti dispositivi più o meno economici hanno invaso il mercato: Nest, Ring, Arlo, ecc. con argomentazioni molto forti sulla facilità di installazione (funzionamento a batteria e connessione Wi-Fi). Si tratta di “semplici” campanelli video. In genere non possono controllare l’apertura di una serratura o di un cancello elettrico, poiché non sono dotati di relè incorporati. Un vero campanello video è dotato di relè per controllare uno o più dispositivi.

Infine, una funzione molto pratica di un videocitofono collegato è la possibilità di dare accesso alle persone desiderate. Ciò può avvenire tramite un codice da inserire su una tastiera, un badge RFID da passare davanti al portiere o anche semplicemente un QRcode da scansionare davanti alla telecamera del portiere. In questo modo gli occupanti della casa, la famiglia o la donna delle pulizie possono entrare facilmente, senza dover consegnare le chiavi fisiche.

La sicurezza della videocitofonia connessa

Infine, l’ultimo criterio importante riguarda la sicurezza. Esistono diversi livelli di sicurezza.

Innanzitutto, la sicurezza del posto esterno stesso: il videocitofono non deve essere facilmente strappato e rubato. L’involucro deve essere solido e fissato saldamente alla parete.

In secondo luogo, il videocitofono connesso è ora parte del sistema di sicurezza, proprio come un sistema di videosorveglianza. Oltre a contattarvi quando qualcuno suona, il videocitofono è in grado di rilevare il minimo movimento davanti al vostro cancello e di avvisarvi, o addirittura di registrare automaticamente un filmato come prova. I modelli più efficienti sono addirittura in grado di registrare alcuni secondi prima del rilevamento del movimento, in modo da ottenere una scena completa. Infine, una sirena integrata può essere efficace per spaventare un malintenzionato.

Infine, è importante scegliere una connessione sicura. La moltiplicazione degli oggetti connessi in una casa è una potenziale porta per gli hacker. Scegliete un produttore riconosciuto ed evitate i prodotti “cinesi”, che notoriamente contengono spyware.

Fenotek, vincitore della classifica 2021

Sulla base di questi diversi criteri, dopo numerosi test e discussioni con installatori professionisti, è stata scelta una decina di citofoni:

  • 2N LTE verso
  • Aiphone WL11,
  • Arclan,
  • Doorbird D101
  • Fenotek Hi) S500 Pro,
  • Konx KW03,
  • Legrand Classe 300,
  • Accesso a Soone,
  • Daitem JK
  • ecc.

I test di alcuni modelli saranno pubblicati a breve sul sito per scoprirli più nel dettaglio.

Tra questi dieci modelli, 4 si distinguono davvero e soddisfano la maggior parte dei 20 criteri che abbiamo stabilito. Al terzo posto troviamo ex aequo i modelli Legrand e Aiphone. Al secondo posto, il citofono Doorbird, che negli ultimi anni si è guadagnato un’ottima reputazione nel settore.

1614873088566

premi

Ma è il portiere Hi) di Fenotek a conquistare il primo posto. Questa è un’ottima notizia, perché il produttore è Italia! Ma questo non è ovviamente l’unico argomento che giustifica il suo primo posto. Con la sua telecamera da 5MP, l’audio bidirezionale, i due relè per controllare un cancello e una porta, la connessione Wifi e/o 4G, l’Hi) di Fenotek soddisfa tutte le esigenze che si possono avere. Questo videocitofono connesso completo offre anche un’ampia gamma di accessori: suoneria wireless, piastra interna, staffa angolare, kit trasmettitore/ricevitore RF e tappo.

accessori fenotek

In termini di sicurezza, l’Hi) di Fenotek è dotato di un involucro estremamente robusto a prova di vandalo, di rilevamento e registrazione delle attività (anche senza suonare) e di una sirena integrata da 92 dB.

Infine, i dati vengono registrati su un server Italia, cosa molto rara di questi tempi, che ci permetterà di essere più sereni sull’utilizzo dei nostri dati.

Per saperne di più su questo citofono, leggete la nostra prova del Fenotek Hi) Pro S500. Se siete alla ricerca di un citofono connesso completo ed efficiente, questo è il modello che vi consiglio!

Per festeggiare, Fenotek offre uno sconto del 15% sul proprio citofono, grazie al codice FENOTECH (valido fino al 30 maggio 2021).

promo fenotek

Physical Address

304 North Cardinal St.
Dorchester Center, MA 02124